Archivio Notizie: 2019 - 2018 - 2017 - 2016 - 2015 - 2014 - 2013 - 2012 - 2011
MASSA LUBRENSE ALLA BORSA MEDITERRANEA DEL TURISMO ARCHEOLOGICO DI PAESTUM
27/10/2017 12:07
L’Assessore al Turismo Avv. Giovanna Staiano e il Presiedente dell’Archeoclub Lubrense Stefano Ruocco partecipano alla cerimonia di apertura della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, unico evento mondiale che consente la promozione dei siti e delle destinazioni di richiamo archeologico attraverso l’incontro con il business professionale, con gli addetti ai lavori, con gli appassionati e con il mondo scolastico, incrementando, di riflesso, le opportunità economiche e gli effetti occupazionali.
Successivamente ci si è recati al Tempio di Nettuno per partecipare all’incontro con le scuole sul tema “Il Patrimonio Culturale quale identità e memoria storica dei Popoli” con gli interventi, tra gli altri, di: Ugo Picarelli, fondatore ed ideatore della B.M.T.A; Gabriel Zuchtriegel – Direttore del Parco Archeologico di Paestum; Francesco Palumbo – Sindaco di Capaccio Paestum; Luisa Franzese – Direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale della Campania; Corrado Matera – Assessore Sviluppo e Promozione del Turismo Regione Campania.
E’ stato emozionante l’intervento di Mohamed Saleh – Ultimo Direttore per il Turismo di Palmira - che ha ripercorso brevemente la distruzione di gran parte delle antiche vestigia romane, ad opera di giovani terroristi, durante la quale era stato torturato e assassinato l'ottantaduenne Khaled al Asaad, il più grande archeologo siriano e direttore per quarant'anni del sito archeologico. Compiaciuto della presenza di numerosissimi studenti presenti ha sottolineato che “Il territorio si ama nel momento in cui lo si conosce”.
E’ seguito l’intervento di Muncef Ben Moussa – Direttore del Museo del Bardo di Tunisi - che ringraziava i numerosi partecipanti all’incontro, soprattutto i giovanissimi, ai quali è particolarmente legato anche perché anch’esso in passato svolgeva l’attività di insegnante. Ha ripercorso il triste evento che ha visto il suo Museo obiettivo dei terroristi che hanno ucciso ventiquattro turisti e distrutto numerose e preziose opere esposte.
Al termine della cerimonia, sempre nella suggestiva scenografia del Tempio di Nettuno, gli studenti del Liceo Regina Margherita di Salerno hanno rappresentato l’opera “Arianna o il Labirinto rovesciato”, a seguito di una breve presentazione dell’opera in lingua inglese ed araba.
Altro emozionante incontro è stato quello con Mounir Bouchenaki, archeologo algerino, attualmente Direttore dell’Arab Regional Centre for World Heritage a Manama in Bahrain, Consigliere Speciale del Direttore Generale dell’UNESCO e Consigliere Speciale del Direttore Generale dell’ICCROM. Il Direttore, subito “agganciato” da Stefano Ruocco per la partecipazione alla prossima edizione di BookSophia, è sembrato particolarmente interessato all’invito quando l’incontro si è focalizzato sull’importante operato di un amico comune: Georges Vallet; accademico di Francia e archeologo di fama mondiale, nostro concittadino, le cui spoglie si conservano al cimitero di San Liberatore.
La BMTA è stata un’occasione anche per incontri con altri esponenti del turismo nazionale e non, infatti negli stand dedicati agli espositori, si è avuto modo di contattare diversi rappresentanti di Associazioni Turistiche ed Archeologiche, per poter arricchire e pianificare in maniera ancora più “ghiotta” la prossima edizione di Booksophia.
Molto suggestivo è stato il villaggio dei “Rievocatori storici”, nel quale venivano rappresentate le diverse abilità artigianali (alimentari, belliche, ecc.) nel periodo romano, greco e medioevale.
Il Vice Sindaco e Assessore al Turismo Avv. Giovanna Staiano, a conclusione della interessante esperienza ha dichiarato: “Intenso è stato l’incontro con i Direttori del Turismo di Palmira e del Museo del Bardo, dai cui volti trasparivano ancora i segni delle tragedie vissute e con i quali si è condiviso l’auspicio di avvicinare ancor più culture e civiltà diverse, anche con l’unanime interesse della conservazione del prezioso e significativo patrimonio archeologico. La proficua giornata è stata ancor più valorizzata dall’incontro con l’assessore Matera e la Dott.ssa Tommasina Budetta, Funzionario della Soprintendenza archeologica e direttrice del Museo Georges Vallet, con la quale si spera a breve di avere un incontro per valorizzare, assieme all’AMP Punta Campanella e quanti altri coinvolti, i recenti rinvenimenti subacquei di Marina Lobra”.
Versione stampabile