Archivio Notizie: 2019 - 2018 - 2017 - 2016 - 2015 - 2014 - 2013 - 2012 - 2011
SHOAH: PER NON DIMENTICARE
26/01/2018 14:24
a cura della Dott.ssa Sonia Bernardo

Il 27 gennaio 1945 i soldati dell'Armata Rossa abbattevano ì cancelli di Auschwitz e liberavano i prigionieri sopravvissuti allo sterminio del campo nazista. Le truppe liberatrici, entrando nel campo di Auschwitz-Birkenau, scoprirono e svelarono al mondo intero il più atroce orrore delia storia dell'umanità: la Shoah. Dalla fine degli anni '30 al 1945 in Europa furono deportati e uccisi circa sei milioni di ebrei.
Con una legge del 20 luglio 2000, la Repubblica italiana, 5 anni prima delie Nazioni Unite, ha istituito il Giorno della Memoria e nel primo articolo riconosce il 27 gennaio come data simbolica per "ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati".
Anche Massa Lubrense ed i suoi cittadini ritengono importante non dimenticare mai questo momento drammatico del nostro passato di italiani ed europei, affinché, come dice la stessa legge "simili eventi non possano mai più accadere".
Il giorno della memoria non è un omaggio alle vittime, ma semplicemente un riconosciménto pubblico e collettivo di un fatto particolarmente grave di cui l'Europa è stata capace, e a cui l'Italia ha attivamente collaborato, un'occasione di riflessione su una storia che ci riguarda da molto vicino.
Il nostro pensiero va oggi a Liliana Segre, una delle poche testimoni ancora in vita della Shoah, nominata il 19 gennaio u.s., senatrice a vita dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Congratulazioni!

In allegato la locandina
Versione stampabile