Archivio Notizie: 2020 - 2019 - 2018 - 2017 - 2016 - 2015 - 2014 - 2013 - 2012 - 2011
SPIAGGE LIBERE - SECONDO COMUNICATO E CHIARIMENTI
06/06/2020 09:31
Nella giornata di ieri sono state firmate quasi tutte le convenzioni con gli affidatari delle spiagge libere fino al 31 luglio salvo ulteriori successivi provvedimenti governativi o regionali.

I #residenti del Comune di Massa Lubrense dovranno #prenotare la postazione in una delle spiagge libere indicate di seguito, chiamando il numero dedicato dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella 0818089877 o tramite mail all’indirizzo info@puntacampanella.org che gestirà le prenotazioni dalle ore 09 alle ore 12 e dalle 15 alle 18. Questa sarà la modalità per le prenotazioni fino a quando non saranno operativi un sito internet ed un app dedicati, alle quali già si sta lavorando da giorni e che sono in fase di definizione.

Devo chiarire che per quanto riguarda le fasce orarie previste per la fruizione delle spiagge libere e la limitazione a fruire delle stesse per due volte a settimana deriva da una semplice considerazione: abbiamo censito circa 600 posti che abbiamo riservato gratuitamente ai residente. Massa Lubrense ha una popolazione di oltre 14000 abitanti; l’unico modo per aumentare la possibilità per i nostri concittadini di fruire delle spiagge libere è stato quello di individuare due fasce orarie in modo tale da dare la possibilità a circa 1200 persone al giorno di godere del mare. Nonostante ciò, sempre tenuto conto che la popolazione è di oltre 14000 abitanti, si è ritenuto opportuno limitare il solo accesso alle spiagge libere gratuite per due volte a settimane. Inoltre chiarisco anche che le limitazioni per fasce orarie non saranno applicate nelle spiagge di Ieranto, Crapolla e Mitigliano ne per la difficoltà evidente che gli avventori avrebbero a risalire dai siti a metà giornata. Altra precisazione riguarda la fruizione delle spiagge libere per persone diversamente abili: nelle convenzioni firmate oggi è stato chiarito che la possibilità di fruire delle spiagge libere è per quattro volte a settimana, con un accompagnatore in caso di minori o ovvie necessità con l’obbligo di fornire adeguata assistenza da parte degli affidatari. Si chiarisce inoltre che persone appartenenti allo stesso nucleo familiare non hanno obbligo di distanziamento tra loro e nel caso fruissero di spiagge libere andranno ad occupare una sola postazione. Per postazione si intende, come da Ordinanza Regionale, uno spazio di 10 metri quadri delle dimensioni di mt 3,00 x 3,35 da occupare con eventuali attrezzature.

Per quanto riguarda, invece, i #non residenti del Comune di Massa Lubrense che volessero utilizzare le spiagge libere del territorio sarà ovviamente possibile; al fine di evitare assembramenti e secondo quanto previsto nell’Ordinanza Regionale, dovranno comunque prenotare all’affidatario della spiaggia libera secondo l’elenco che segue.

Purtroppo in funzione della forte mareggiata di oggi a Marina del Cantone alcune attività saranno impossibilitate ad aprire domani.

- Puolo – Arenile da Sorrento a Baia affidato a: Consorzio Marina di Puolo scarl – Cooperativa Puolo summer service arl
- Puolo – Spiaggia “del fico” affidato a: Cinque Mare Service sas ma aperta dal 12 giugno
- Puolo – Cala: ancora chiusa per lavori di manutenzione alla strada di accesso
- San Montano affidato a: La Rosa dei Venti srl
- Chiaia affidato a: Colucci Teresa
- Mitigliano affidato a: Maresca Vittorio ma aperta da sabato 13 giugno
- Ieranto affidata a: Area Marina Protetta Punta Campanella
- Marina del Cantone – da La Perla verso “Le Mortelle”: ancora chiusa per lavori di manutenzione
- Marina del Cantone – Spiaggia dei Tedeschi affidato a: Framar ma aperta da lunedì 8 giugno
- Marina del Cantone – da Lido A.Mare verso I Sassi affidato a: Lido A.Mare ma aperta dal 7 giugno
- Marina del Cantone – da Taverna del Capitano al pontile affidato a: Cooperativa Sant’Antonio
- Marina del Cantone – da Bar Bagni Mimì al Cantuccio affidato a: Bar Bagni Mimì
- Recommone affidato a: Recommone snc
- Crapolla affidato a: Associazione Torca – Crapolla

In conclusione capisco perfettamente che a tanti risulta difficile entrare nell’ottica che si sono dovute regolamentare le spiagge libere ma non dimentichiamo il periodo imprevedibile che abbiamo vissuto e dal quale con molta difficoltà stiamo cercando di uscire. Spero che il periodo legato all’emergenza finisca presto e che si ritorni alla normalità. L’obbligo del distanziamento sociale ci ha imposto di dover regolamentare anche le spiagge libere per provare a garantire il diritto alla salute a tutti i cittadini che vorranno godere delle bellezze della nostra terra e del nostro mare.
Versione stampabile