Archivio Notizie: 2021 - 2020 - 2019 - 2018 - 2017 - 2016 - 2015 - 2014 - 2013 - 2012 - 2011
GIORNATA INTERNAZIONALE PER L’ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE
24/11/2020 09:20
Il 25 novembre è una data importante per il movimento internazionale delle donne, scelta in onore delle sorelle Mirabal, attiviste della Repubblica Dominicana uccise il 25 novembre 1960 per la loro opposizione al regime dittatoriale.
Istituita dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999, in questa data l'Assemblea invita i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica.
Non è una data scelta a caso, quindi, ma è il ricordo di un brutale assassinio avvenuto 60 anni fa.
Non sempre, non ovunque, le cose sono cambiate da quel giorno, in tutto il mondo ma anche a casa nostra, dove la violenza contro le donne è spesso nascosta in ambito domestico.
La matrice di ciò può essere individuata nella disuguaglianza, ancor oggi, dei rapporti tra uomini e donne. La stessa Dichiarazione adottata dall'Assemblea Generale Onu parla di violenza contro le donne come di "uno dei meccanismi sociali cruciali per mezzo dei quali le donne sono costrette in una posizione subordinata rispetto agli uomini".
Il 25 novembre del 2020 sarà ricordato come l’anno in cui non è stato possibile scendere in piazza o incontrarsi per ricordare le donne vittime di violenza, nessuna manifestazione, nessun dibattito. Eppure durante questa pandemia sono aumentati gli abusi soprattutto in famiglia perché la segregazione forzata esaspera i conflitti e fa esplodere la violenza maschile anche perché le donne lavorano meno e la dipendenza economica aggrava la loro vulnerabilità.
E allora le donne si rassegnano...
Voglio rivolgere a tutte le parole di Kamala Harris, prima donna vicepresidente degli Stati Uniti d’America, prima donna nera, prima asio-americana
“Imparate a guardare voi stesse come gli altri non sono mai riusciti a vedervi... Sognate in grande, con ambizione”
Per le donne ed le bambine e per chiunque parta da una condizione di minoranza o di svantaggio, sono parole di speranza oltre le difficoltà, un invito a resistere e a reagire anche quando sembra che tutto è perduto.
Parole che in questo 2020 servono a tutti.
L’Assessore alle Pari Opportunità
Dott.ssa Sonia Bernardo
Versione stampabile